Diminuisci dimensioni testoAumenta dimensioni testo Bookmark and Share

Un poliedrico artista agli antipodi: Romeo Varagnolo

Alessio Marzi, Università di Trieste

La costruzione di una memoria collettiva dell’emigrazione è stata uno strumento di socializzazione e una delle finalità delle associa-zioni regionali e subregionali degli emigrati italiani. Nel rileggere criticamente il proprio passato essi hanno cercato di coinvolgere sia i corregionali rimasti nelle regioni di provenienza che quelli residenti nei paesi di immigrazione, utilizzando (anche in modo contradditto-rio) elementi culturali di entrambi i «mondi» ai quali essi apparten-gono. Attraverso la lettura e l’analisi di Terra Australis Incognita, raccolta di poesie pubblicata nel 1987 a Sydney dal triestino Romeo Varagnolo, è emerso come gli emigrati italiani abbiano rielaborato la propria biografia collettiva utilizzando categorie interpretative proprie della storiografia, della letteratura e della politica sia australiana che italiana. Allo stesso modo va rilevato come molti elementi presenti nella memoria collettiva siano stati riprodotti (anche in modo poco critico) nei lavori degli storici professionisti. 

Prezzo 5 €Acquista
 

Privacy Policy

Centro Altreitalie, Globus et Locus - Via Principe Amedeo 34 - 10123 Torino (Italy) Tel. +39 011 6688200 E. redazione@altreitalie.it - info@globusetlocus.org