Diminuisci dimensioni testoAumenta dimensioni testo Bookmark and Share

L’accordo di emigrazione assistita tra Italia e Australia (29 marzo 1951)

 

Fabiana Idini, Università La Sapienza, Roma 

 

Nel secondo dopoguerra la popolazione australiana modificò profondamente la sua composizione. In questo periodo in Australia mentre si cercava di incoraggiare l’immigrazione, con accordi di emigrazione assistita, si iniziarono a temere le conseguenze dell’impatto di una popolazione non British sul territorio. Nel 1952 quando l’Accordo di emigrazione assistita con l’Italia era appena entrato vigore, una crisi economica bloccò i contingenti in partenza. Chi era già in Australia non poté rientrare a causa delle clausole dell’Accordo, e dovette patire mesi di attesa e di disoccupazione nei campi di lavoro. Il saggio analizza i vari passaggi che portarono alla ratifica dell’Accordo e i problemi connessi ai primi tentativi di applicazione dello stesso.

Per continuare a leggere il saggio online o scaricarlo in formato pdf clicca su ACQUISTA

Prezzo 5 €Acquista
 

Privacy Policy

Centro Altreitalie, Globus et Locus - Via Principe Amedeo 34 - 10123 Torino (Italy) Tel. +39 011 6688200 E. redazione@altreitalie.it - info@globusetlocus.org