Diminuisci dimensioni testoAumenta dimensioni testo Bookmark and Share

Presentazione del libro: «Vite ritrovate Emigrazione e letteratura italiana di Otto e Novecento»

di Gianni Paoletti

per la collana “I Quaderni del Museo dell’Emigrazione”
Foligno, Editoriale Umbra, 2011

Martedì 29 novembre, ore 17.00
Mediateca del Museo dell’Emigrazione
Via Soprammuro, Gualdo Tadino (Pg) 

 

Presiede il giornalista Rai Santo della Volpe e presentano il volume Martino Marazzi e René Manenti.

Martedì 29 novembre alle ore 17.00, presso la Mediateca, verrà presentata l’ultima pubblicazione prodotta dal Centro Studi del Museo dell’Emigrazione “Pietro Conti”:  Vite ritrovate. Emigrazione e letteratura italiana di Otto e Novecento di Gianni Paoletti, per la collana “I Quaderni del Museo dell’Emigrazione”, Editoriale Umbra. L’evento si inserisce all’interno dei lavori promossi dalla Regione Umbria attraverso il Consiglio Regionale dell’Emigrazione. L’iniziativa, a cura del Museo dell’Emigrazione, oltre a tutti gli interessati,  avrà l’onore di fregiarsi della presenza dei presidenti delle associazioni degli umbri all’estero, provenienti sia dai paesi europei che da quelli extra europei.

“La manifestazione”, spiega Orfeo Goracci, Presidente del Consiglio Regionale dell’Emigrazione,“ha lo scopo di presentare l’intenso lavoro che in questi anni ha svolto con impegno e dedizione il Centro Studi del Museo dell’Emigrazione, raggiungendo l’apice con un’opera che si concentra sui più alti testi letterari che sul tema sono stati prodotti”.

Da De Amicis a Pavese, da Pirandello a Gadda, da Pasolini a Sciascia, passando per Silone, Calvino, Soldati, Borgese e per diverse altre notevoli voci della narrativa contemporanea, gli emigranti sono comparsi in pagine talora bellissime, e sovente assai difformi per stile, moventi ed esiti. “Il libro ricostruisce”, l’autore Gianni Paoletti, “questo manifestarsi letterario, spesso marginale, disperso ma acuto, di un evento per molti versi fondante della storia nazionale, dalla fine del secolo XIX fino a quanto uscito negli ultimi due decenni, durante i quali un’autentica fioritura di titoli ha rinnovato un interesse specifico per la figura del migrante. Ne risulta un cammino, diviso in una topografia più che in una cronologia, fra immagini letterarie suggestive, che seguono ispirazioni e stili differenti: il racconto, il diario di viaggio, il romanzo, il frammento autobiografico, l’indagine critica, il reportage. Cercando fra le pagine dei grandi scrittori, emerge un quadro perspicuo e acuto di una diaspora umana e storica lunghissima. Forse, mai conclusa”.

L’iniziativa sarà coordinata dal giornalista Santo della Volpe, presenteranno il volume, alla presenza dell’autore, Martino Marazzi dell’Università degli Studi di Milano e René Manenti, Direttore del Centro Studi Emigrazione di Roma. Introdurrà Catia Monacelli, Direttore del Museo, ed interverranno per i saluti il Sindaco Roberto Morroni ed il Presidente del Cre Orfeo Goracci. Per tutti gli ospiti è prevista tra le 16.00 e le 17.00 la visita guidata alla rinnovata esposizione del Museo dell’Emigrazione. L'ingresso è libero sia al museo che alla manifestazione. Per informazioni è possibile contattare la segreteria organizzativa allo 075 9142445, info@emigrazione.it. 

 

Privacy Policy

Centro Altreitalie, Globus et Locus - Via Principe Amedeo 34 - 10123 Torino (Italy) Tel. +39 011 6688200 E. redazione@altreitalie.it - info@globusetlocus.org