Diminuisci dimensioni testoAumenta dimensioni testo Bookmark and Share

Pe' terre assaje luntane - L'emigrazione ischitana verso le Americhe

Maddalena Tirabassi partecipa alla XIV edizione di "Pe' terre assaje luntane". La manifestazione organizzata dall'Associazione Ischitani nel mondo si terrà a Ischia Ponte (Ischia) dal 16 al 18 settembre e sarà dedicata a "Festa, Fede e Identità-religione ed emigrazione".

PROGRAMMA

SABATO 16 SETTEMBRE ORE 21.00

RELIGIONE ED EMIGRAZIONE

incontro in collaborazione con Istituto Italiano per gli Studi Filoso ci Circolo Georges Sadoul

intervengono
Lucia Annicelli, Biblioteca Diocesi d’Ischia Giuliana Muscio, Università di Padova Maddalena Tirabassi, Centro Altreitalie

presiede
Arturo Martorelli, Istituto Italiano per gli Studi Filoso ci

ROOTS
CORTO TEATRALE DI SALVATORE RONGA

a cura dell’Associazione Luca Brandi onlus per le energie dei giovani e dell’Associazione 30 febbraio

con Daniele Boccanfuso, Irene Esindi, Angelo Iacono, Antonio Manzi, Riccardo Scotti

SALUTI CONVIVIALI

a cura dello chef Francesco Mattera

in collaborazione con l’Istituto Professionale di Stato “Vincenzo Telese” di Ischia

LUNEDÌ 18 SETTEMBRE ORE 21.00

I TERREMOTI IN AREA VULCANICA INCONTRO A CURA DEL CIRCOLO GEORGES SADOUL

intervengono
Francesca Bianco, direttore dell'Osservatorio Vesuviano Pietro Greco, giornalista scienti co
Giuseppe Luongo, Università Federico II di Napoli 

 

FESTA, FEDE E IDENTITÀ

MOSTRA DOCUMENTARIA

Nel settembre del 1926 Monsignor Buonocore pubblica un opuscolo dedicato alla piccola chiesa dell’Addolorata, sull’Arso d’Ischia, per celebrare il cinquantesimo anniversario della sua fondazione.

Questo scarno libretto si chiude con un elenco di nomi e le relative offerte per lo svolgimento della festa. Sono nomi familiari perché appartengono a persone del luogo, emigrate a San Pedro in California. Gli emigranti inviano soldi alla chiesa per devozione, per rafforzare il legame con la terra d’origine, per esibire una disponibilità economica con cui si vuole far sapere che si è fatta fortuna in America.

Ma anche nella nuova terra d’adozione si celebrano feste: il recupero delle tradizioni si apre all’inclusione di nuove consuetudini, con santi portati in processione e cortei che si trasformano in parate. La comunità italoamericana trova nella celebrazione della ricorrenza un veicolo per riaffermare la propria identità culturale e, allo stesso tempo, un’occasione con cui presentarsi al paese che l’ha accolta, inserendosi a pieno nella vita sociale.

È un processo lungo e complesso, quello dell’integrazione. La religiosità degli emigranti spesso costituisce un problema, con i suoi riti, i santini, le scarabattole, le processioni e altre “esotiche” pratiche devozionali. Stretti tra la dif denza dei cattolici irlandesi e le pressioni della Santa Sede che teme l’abbandono della fede, gli emigranti italiani trovano nella Festa un momento fortemente simbolico con cui misurare il proprio senso di appartenenza.

16/18 SETTEMBRE DALLE 21.00 ALLE 23.00

 

 

 

Privacy Policy

Centro Altreitalie, Globus et Locus - Via Principe Amedeo 34 - 10123 Torino (Italy) Tel. +39 011 6688200 E. redazione@altreitalie.it - info@globusetlocus.org