Diminuisci dimensioni testoAumenta dimensioni testo Bookmark and Share

Migrazioni femminili attraverso le Alpi occidentali nel secondo dopoguerra Lavoro, famiglia, trasformazioni culturali: 1944-1960

Seminario internazionale

Torino, Istoreto, 29 – 30 settembre 2011

Il seminario intende dare un seguito al lavoro compiuto dagli Istituti della Resistenza del Piemonte nell’ambito del progetto Interreg franco-svizzero-italiano "La memoria delle Alpi / La mémoire des Alpes" realizzato tra il 2003 e il 2008. Esso intende porre le basi per nuovi studi sulla storia delle società alpine, con particolare attenzione al tema delle emigrazioni femminili a partire dal 1944 fino ai primissimi anni sessanta, colmando un vuoto storiografico. L’incontro è pensato come un momento di scambio in cui condividere e mettere a confronto conoscenze acquisite e lavori in corso, al fine di delineare un progetto che indaghi le migrazioni femminili in queste aree nel periodo storico indicato.
 

Giovedì 29 settembre 2011 ore 14.30

> Ersilia Alessandrone Perona (Istoreto) Saluti di introduzione.

> Michele Colucci (Università della Tuscia)
Si richiede manodopera femminile. Politiche del lavoro e mercato del lavoro nei documenti del Ministero del lavoro e della previdenza sociale

> Sandro Rinauro (Università di Milano) L'atteggiamento dei paesi di destinazione verso la condizione di irregolarità delle italiane in Francia e Svizzera (regolarizzazione, tolleranza, espulsione)

> Claire Courtecuisse (Università di Grenoble)
Le sort des italiennes face au travail, en Isère, dans l’après-guerre

> Aline Burki (EESP di Losanna), Nora Natchkova (Università di Ginevra)
Les ouvrières d’Italie servent-elles l’industrie suisse? Les femmes appelées aux bas salaires et à la haute productivité en Suisse dans l’après-Deuxième guerre mondiale

> Saffia Elisa Shaukat (Università di Losanna) Migrazioni stagionali di italiani e italiane in Svizzera (1949-1973). Questioni metodologiche e storiografiche

> Discussant Nelly Valsangiacomo (Università di Losanna)

Venerdì 30 settembre 2011 ore 9,00

> Sonia Castro (Università di Pavia)
Le lavoratrici italiane in Svizzera nel secondo dopoguerra. Uno sguardo statistico

> Paolo Barcella (Università di Bergamo – Fondazione Pellegrini Canevascini, Bellinzona) Emigrate italiane in Svizzera tra fonti orali e scritture di gente comune

> Francesca Sirna (Università Cattolica di Lovanio) Famiglie piemontesi e famiglie siciliane in Provenza nel secondo dopoguerra: mobilità geografica,strutture familiari e rapporti di genere

> Adriana Dadà (Università di Firenze)
Un figlio era anche troppo. Storia di donne migranti in Svizzera

Segue proiezione del video: Donne di Lunigiana in Svizzera

> Discussant Paola Corti (Università di Torino) ore 14, 30

> Discussione sul Programma di Cooperazione transfrontaliera Italia-Svizzera 2007-2013: definizione del progetto.

Comitato scientifico e organizzativo: Ersilia Alessandrone Perona (Istoreto), Anna Badino (Università di Torino - Università di Firenze), Barbara Berruti (Istoreto), Silvia Inaudi (Università di Torino - EHESS Parigi), Gianni Perona (Università di Torino), Nelly Valsangiacomo (Università di Losanna)

Istituto piemontese per la storia della Resistenza e della società contemporanea "Giorgio Agosti", Torino, Via del Carmine 13 - info: 011 4380090 e-mail: info@istoreto.it 

 

Privacy Policy

Centro Altreitalie, Globus et Locus - Via Principe Amedeo 34 - 10123 Torino (Italy) Tel. +39 011 6688200 E. redazione@altreitalie.it - info@globusetlocus.org